La Notarizzazione e la strada verso la normativa in Italia.

marzo 26, 2019 Marcello Turchetti 0 Comments

Finalmente anche in Italia è stato avviato il percorso che attribuisce valore legale alla cosiddetta «notarizzazione» dei dati mediante registri distribuiti, come la blockchain, che garantisce il salvataggio di informazioni in modo non replicabile e non  modificabile. 


Grazie all’art. 8-ter del Decreto Semplificazioni (D.L. 14 dicembre 2018, n. 135, convertito in legge con L. 11 febbraio 2019, n. 12), viene sancito che  le informazioni depositate su blockchain avranno valore legale in quanto l’emendamento approvato in senato recita testualmente: 


«La memorizzazione di un documento informatico attraverso l’uso di tecnologie basate su registri distribuiti produce gli effetti giuridici della validazione temporale elettronica di cui all’articolo 41 del Regolamento Ue n. 910/2014 » (Regolamento eIDAS n.d.r.).
Grazie all'approvazione di questa legge, in Italia si attua quanto già previsto per la blockchain dalla normativa UE che permette di raggiungere i seguenti importanti obiettivi:
  1. riconoscimento in tutti gli stati dell’Unione Europea della validazione di informazioni digitali effettuata in uno stato membro UE con i dati caricati su registri distribuiti (blockchain).
  2. presunzione di accuratezza della data e dell’ora di caricamento dei dati su blockchain;
  3. ammissibilità come prova per i registri distribuiti in procedimenti giudiziali;
  4. integrità dei dati a cui tale data e ora sono associati;
Data l’importanza di questa normativa, è stata attivata dal governo anche AgID, Agenzia per l'Italia digitale, che ha avuto come primo incarico quello di produrre la seguente definizione ufficiale dei registri distribuiti,

«tecnologie e protocolli informatici che usano un registro condiviso, distribuito, replicabile, accessibile simultaneamente, architetturalmente decentralizzato su basi crittografiche, tali da consentire la registrazione, la convalida, l’aggiornamento e l’archiviazione di dati sia in chiaro che ulteriormente protetti da crittografia verificabili da ciascun partecipante, non alterabili e non modificabili».
Mediante l’emendamento di cui sopra, il governo ha dato ad AgID anche l’incarico di (cito testualmente)

«individuare gli standard tecnici che le tecnologie basate su registri distribuiti debbono possedere ai fini della produzione degli effetti giuridici»
entro tre mesi dal varo della legge.

Grazie a questo importante percorso normativo, si apre la possibilità di estendere maggiormente i concetti di dematerializzazione su più ambiti (ovvero non solo quelli coperti fino ad oggi da obblighi normativi), introducendo anche il concetto di aumento della trasparenza e fiducia verso i propri clienti.  

Ad esempio, se al momento dell'invio dei documenti a corredo di una proposta tecnica ad un vostro cliente allegate anche la conferma di avvenuta notarizzazione, questo porta immediata trasparenza verso il vostro interlocutore dato che certificate temporalmente con garanzia di immutabilità la documentazione condivisa oltre tutto appoggiandovi ad un registro distribuito da terze parti, come possono essere Bitcoin o Ethereum, che ne garantiscono la stabilità e la diffusione.
Altro campo di applicazione è sicuramente la parte di dematerializzazione, come il caso degli scontrini per rendicontare le spese avute durante le trasferte lavorative: grazie alla notarizzazione si potrà dimostrare che quanto scansionato non è possibile di manomissione, pena l'errata verifica all'interno del registro distribuito.

Marcello Turchetti
Jenia
Seguendo questi ed altri scenari di applicazione, Jenia Software, grazie alla sua esperienza nel ambito documentale e nei recenti investimenti sulla conoscenza della tecnologia blockchian, ha rilasciato il nuovo modulo Notarization all'interno della propria suite Sinekarta 4.0 per Alfresco Community Edition: questa soluzione ha il suo scopo nel rendere disponibile la funzione di notarizzazione in modo semplice e automatizzato, chiedendo all'utente pochi semplici click.
Copyright © - Riproduzione riservata



0 commenti: